Newsweek 8 aprile 2022



L'Ambasciatore australiano in Israele, Paul Griffiths, è stato ospite della WIZO per una visita alla WIZO Ahuzat Yeladim a Haifa. Accompagnato dalla Presidente della World WIZO, Esther Mor, e dall'ex Presidente della WIZO New South Wales, Diane Symonds, ha incontrato il Direttore Yossi Saragosi e gli studenti del centro che accoglie giovani svantaggiati e bambini in difficoltà.

“È stato emozionante ascoltare le loro storie e l'impatto che la scuola sta avendo sulle loro giovani vite - ha dichiarato il diplomatico - Non potrò mai ringraziare abbastanza i donatori che sostengono generosamente la scuola permettendo a questa straordinaria comunità di fare la differenza”.



“Sono lieto di comunicare che sono arrivati dalla Federazione italiana della WIZO (ADEI WIZO) i primi fondi per la nostra Campagna di Emergenza Bambini in Ucraina” – Scrive sulla chat della World Wizo Danny Shapiro, Direttore della Divisione Relazioni Esterne WIZO. La solidarietà non è certo una competizione, ma questo è un risultato che ci riempie di orgoglio e una soddisfazione che va condivisa con tutti quanti hanno dato un contribuito. Grazie!



Continua l’accoglienza e l’assistenza ai ragazzi dell’Ucraina. Ormai sono molti quelli arrivati nei centri di accoglienza WIZO, e l’associazione sta pensando ad iniziative ricreative per loro, come ad esempio un campeggio in occasione di Pesach per aiutarli ad ambientarsi, orientarsi e svolgere attività divertenti. Nell’immagine uno dei dormitori preposti per accoglierli.














L’assistenza ai rifugiati ucraini non si limita all’ospitalità e ai generi di prima necessità: la sezione WIZO di Ashdod ha organizzato per loro una cena gourmet in un ristorante locale con musica e balli. Un modo per ricordarsi che, al di fuori dalla guerra, la vita è ancora possibile.



Maya Etzion, studentessa del 12° anno alla scuola WIZO di Nahalal, è la vincitrice delle prestigiose Olimpiadi annuali di biotecnologia. Ha vinto la medaglia d'oro con una eccezionale ricerca presentata davanti a una giuria di scienziati di primo piano del Technion - Israel Institute of Technology, una delle migliori università del mondo. Siamo orgogliosi di te Maya!










È scomparsa a 95 anni Hanna Sereni, un simbolo del sionismo italiano. Fu, tra le tante cose, telegrafista nel Palmach. Ecco perché noi dell’ADEI WIZO vogliamo ricordarla proprio con Misaviv yehom hasaar, l'inno del Palmach scritto nel 1942 da Zroobavel Gilad su una vecchia melodia popolare russa. Una musica che emoziona ancora molte di noi, le cui madri, proprio come Hanna, prestarono in quegli anni il servizio militare in Israele, dando un contributo fondamentale a una Nazione che stava nascendo.



Continuano, a cura della sezione dell’ADEI WIZO di Trieste, gli appuntamenti della rassegna “Israele: Archeologia e Storia”. Il 12 aprile alle ore 17:30 in diretta Zoom si parla di “Filistei: decenni di ricerche in Israele per svelare il mistero della loro identità” con la Dott.ssa Elisabetta Floreano. In collaborazione con il Museo “Carlo e Vera Wagner.


104 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti