Premio Letterario Adei Wizo: i vincitori della XXII edizione

Fonte originale: BET MAGAZINE MOSAICO

Premio Letterario Adei Wizo Adelina Della Pergola: i vincitori della XXII edizione sono La casa sull’acqua di Emuna Elon (Guanda Editore) e L’uomo che salvò la bellezza di Francesco Pinto (HarperCollins). Le due opere vincono rispettivamente la sezione principale del premio dedicata agli adulti e quella dedicata ai giovani di questo prestigioso riconoscimento, promosso dall’ADEI WIZO con lo scopo di far arrivare al grande pubblico le molteplici realtà del mondo ebraico attraverso la narrativa.

La corsa verso il premio dei due autori Emuna Elon e Francesco Pinto era cominciata dopo essere stati selezionati, qualche mese fa, per la fase finale dalla Giuria presieduta da Sira Fatucci. Per vincere, La casa sull’acqua ha dovuto confrontarsi con L’estate di Aviha di Gila Almagor (Acquario Editore) nell’esame di una Giuria popolare formata da 300 lettrici che hanno votato il romanzo vincitore. Per L’uomo che salvò la bellezza il confronto è stato con Resta ancora un po’ di Ghila Piattelli (Giuntina). A scegliere tra i due titoli è stata una giuria formata da oltre 550 ragazzi delle scuole di Secondo Grado in tutta Italia a cui l’ADEI WIZO ha inviato in lettura i libri.

“I vincitori scelti per questa edizione ribadiscono l’importanza del Premio nel contesto culturale e sociale del nostro Paese – spiega Susanna Sciaky, Presidente Nazionale dell’ADEI WIZO – Parlano della nostra storia e delle nostre radici, dell’importanza di confrontarsi con il passato, custodirlo e tramandarlo. Sono libri ambientati in Europa e in Italia che rivelano molto dell’impegno per preservare la memoria anche nel campo dell’arte e della cultura del nostro continente a beneficio di tutti”.

Emuna Elon è una giornalista e attivista israeliana per i diritti delle donne. Nel suo La casa sull’acqua racconta la forza di confrontarsi con il passato, con il protagonista che, al Museo Ebraico di Amsterdam, in un filmato d’archivio, scopre un’immagine del padre, morto in un campo di concentramento, di sua madre e di sua sorella insieme ad un bambino che non è lui. Comincia così un’avventura alla ricerca della verità, che lo porterà a mettere insieme, pezzo dopo pezzo, la sua storia e quella della sua famiglia.

In L’uomo che salvò la bellezza, Francesco Pinto porta alla ribalta Rodolfo Siviero, un vero “Monuments man” italiano: storico dell’arte, schieratosi con la resistenza a fianco degli Alleati, impegnato a salvare le opere d’arte italiane trafugate dei nazisti. Un viaggio tra capolavori e musei italiani estremamente educativo sotto molti profili.

Il perdurare della pandemia non ha permesso di pianificare per quest’anno gli eventi dal vivo per la presentazione alle scuole del libro vincitore della sezione ragazzi e per il momento di premiazione vero e proprio.

Sono previsti due eventi on line: le date fissate al momento sono il mattino del 2 maggio 2022 per l’incontro con i ragazzi, a cui seguirà il 2 o 3 maggio la cerimonia di premiazione. Anche quest’anno è prevista la partecipazione di nomi molto conosciuti della cultura e dello spettacolo ad impreziosire gli incontri.


(23 marzo 2022)

9 visualizzazioni