top of page

A Sarai Shavit il Premio Speciale della XXIV Edizione


Milano, 12 febbraio 2024 – Occorre ancora attendere qualche mese per sapere quali saranno i vincitori della XXIV Edizione del Premio Letterario ADEI WIZO Adelina Della Pergola. Ma mentre le Giurie (quella popolare e quella degli studenti) sono al lavoro sui libri finalisti, un riconoscimento è già stato assegnato: è il Premio Speciale attribuito dalla Giuria selezionatrice ad opere ritenute particolarmente meritevoli. 

 

Un premio straordinario, non necessariamente assegnato in ogni edizione, ma che quest'anno la Giuria presieduta da Sira Fatucci, ha voluto assegnare a Sarai Shavit per il romanzo Lettere d’amore e di assenza , edito in Italia da Neri Pozza.  Un’opera che come si legge nelle motivazioni: “Incanta per la sua musicalità e cattura il lettore grazie a una scrittura colta e raffinata. Con straordinaria potenza espressiva, l’autrice narra una storia d’amore universale, scandita con un linguaggio sfaldato, che rispecchia il sentimento nel suo farsi, al quale si intrecciano i temi della perdita e della ricerca d’identità. Sullo sfondo, sfumato, si insidia Israele nelle descrizioni dei luoghi, nel richiamo allo studio dei classici israeliani e nello scontro fra generazioni di scrittori di cui i protagonisti sono l’espressione”.

 

Il romanzo è, in effetti, una storia intensa, capace di alternare prosa e poesia. Narra l’amore tra un autore affermato e una giovane aspirante scrittrice che divampa e brucia in un istante. Lui aspetta un bambino dalla moglie, lei crede che lui l’aiuterà a crescere nella vita, come scrittrice. Parlano di letteratura, delle madri che non ci sono più, del vuoto che hanno lasciato, di ciò che manca alle loro esistenze. Ma quando lei si accorge che quello che ama davvero è l’immagine di lui, è troppo tardi. Ora è lui a desiderala, usando tutta l’arte oratoria che dà il titolo a uno dei suoi romanzi. Vent’anni dopo, la scrittrice si imbatte di nuovo nello scrittore durante una conferenza. E non può fare altro che mettersi a scrivere, rievocando il loro amore in una lunga lettera: una lettera che lui non leggerà mai.

 

Sarai Shavit “Star della nuova letteratura israeliana” come l’ha definita Eshkol Nevo (Premio ADEI WIZO Adelina della Pergola nel 2011 e 2023) è poetessa, scrittrice, editor e presentatrice televisiva. Le sue poesie sono state tradotte in Germania, Inghilterra, Francia e India. Ha vinto numerosi premi, fra cui il Tel Aviv Municipality Poetry Prize, il Goldberg Prize for Literature e il Mifal Hapayis Poetry Prize. Attualmente Shavit si occupa dell’organizzazione di festival letterari e dirige la rivista Moznayim. Insegna scrittura creativa alla Tel Aviv University e alla Bezalel Academy of Arts and Design di Gerusalemme. 

 

Ricordiamo che a concorrere per il XXIV Premio Letterario ADEI WIZO Adelina Della Pergola saranno Madre (ed Playground libri) della scrittrice australiana Goldie Goldbloom, e La casa sul Nilo (ed Neri Pozza) della scrittrice e giornalista nata al Cairo ma naturalizzata italiana, Denise Pardo. Mentre nella Sezione ragazzi la scelta sarà tra Sotto l’albero delle Giuggiole” (ed Acquario) della scrittrice e attrice israeliana Gila Almagor, e Tra le pagine (ed Einaudi) dello scrittore Irlandese Hugo Hamilton.

 

Le Giurie esprimeranno i loro voti alla fine di marzo, poi si procederà allo spoglio. A maggio si svolgerà la Cerimonia di Premiazione e l’incontro con le scuole.

69 visualizzazioni
bottom of page