top of page

IL SILENZIO DELLE ORGANIZZAZIONI FEMMINILI


Fonte originale: Comunità Ebraica di Verona


La Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne istituita dall’ONU nel 1999 si celebra ogni 25 novembre. Migliaia sono le iniziative culturali ed istituzionali che vedono coinvolte associazioni femminili, organizzazioni e movimenti internazionali. Molto lavoro è stato fatto per contrastare la violenza di genere ma il numero dei femminicidi resta alto anche nel nostro Paese. Giulia Cecchettin viveva nella nostra regione ed è stata barbaramente uccisa a coltellate.Orrore, riprovazione, costernazione e richiesta di giustizia per Giulia e per tutte le donne vittime della violenza sono al centro dei dibattiti e degli articoli.

Lo scopo della Giornata è creare un fronte unito delle donne per dare voce a tutte quelle donne che hanno subito violenza di ogni genere.

l 7 ottobre 2023, Israele ha vissuto l’orrore di un feroce pogrom , quando migliaia di terroristi di Hamas si sono infiltrati in Israele ed hanno devastato i villaggi confinanti e massacrato – una vera caccia all’uomo- i partecipanti al festival della pace NOVA. Un massacro senza precedenti per la storia dello Stato Ebraico . Sono stati uccisi a sangue freddo , sono stati torturati , stuprati , seviziati bambini, donne e uomini. Sono stati presi e trascinati via 238 ostaggi tra i quali bambini e donne.

Tutto questo orrore è stato filmato dagli stessi terroristi attraverso le loro bodycam. Filmate anche le donne violentate e trascinate nude a Gaza tra un folla urlante ed esultante.

Era dunque legittimo aspettarsi che le istituzioni e le ONG a difesa della donna facessero sentire la loro voce per condannare gli stupri e le violenze subite dalle donne il 7 ottobre 2023 ?

Quello che abbiamo sentito è solo un grande silenzio , come hanno scritto molti un’assordante silenzio.

Nulla da organizzazioni come l’ONUe Amnesty o dalle associazioni femministe in tutto il mondo si sono voltate dall’altra parte. Nulla dal movimento Me Too. Non pervenute anche le associazioni in Italia , anzi l’organizzazione NonUnaDiMeno che si batte contro la violenza di genere emette un comunicato nel quale non una parola è spesa per condannare il massacro dei civili israeliani e le violenze subite dalle donne , anzi viene giustificato .

La WIZO ha rilasciato questo appello al quale aderisce anche l’ADEI-WIZO , l’Associazione Donne Ebree d’Italia

Il silenzio del mondo di fronte alle vittime dei massacri del 7 ottobre è un’evidenza che preoccupa la WIZO e tutto il mondo ebraico. Ecco l’accorato appello del World WIZO Executive e delle World WIZO Federations che ricorda la barbarie di quegli atti disumani e invita tutti a mobilitarsi per conoscere i fatti, ricordare, condannare, diffondere informazioni e agire. questo il link Attendiamo che le organizzazioni e le associazioni femminili ascoltino questo appello e facciano pressioni UN Women e altre ONG e femministe per riconoscere e condannare lo stupro e la violenza di genere contro le donne e i bambini israeliani. (24 novembre 2023)

10 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page