Newsweek 3 giugno 2022



Un modo per farci gli auguri di Shavuot ma anche un gesto divertente e colorato per dirci che insieme ed unite possiamo rendere il mondo un posto migliore: inviateci una vostra foto con una rosa, un fiore o un mazzo di fiori a vostra scelta. Un piccolo ritratto, anche un semplice selfie, che ci faccia sentire a distanza “il profumo” di questa festa. La inseriremo nella nostra gallery sui social. Mandateci le vostre immagini via mail adeiwizo@adeiwizo.org




Non è un Capo di Stato, ma una visita di Leonardo Di Caprio in Israele fa sempre notizia. L’attore è atterrato all’aeroporto Ben Gurion la scorsa domenica in occasione del matrimonio dell’amico Danny Abeckaser, attore e regista americano di origine israeliana con la modella May Almakaies. Leo mancava da Israele da 12 anni.






Al Musée du Luxembourg di Parigi, Pionnières. Artistes d’un nouveau genre dans le Paris des années folles racconta le vite e le opere delle artiste che animarono la Parigi tra il 1918 e il 1931. Tra questi modelli innovativi di femminilità molte erano ebree: Claude Cahun, Gisèle Freund, Alice Halicka, Marevna (il cui vero nome è Marie Vorobieff), Mela Muter, Chana Orloff, Amrit Sher-Gil. Ebrea ucraina era anche la celebre Sonia Delaunay, nata Sara Élievna Stern.











La festa di Shavuot, che comincia domani sera, ha più significati: Chag HaShavuot (Festa delle settimane), Chag HaKatzir (Festa della mietitura) e Yom HaBikkurim (Festa delle primizie). Ma è anche una festa delle donne. Prevede, infatti, la lettura della Megillà di Ruth, la cui forza trasforma un periodo catastrofico e una migrazione forzata in salvezza e nella costruzione di una grande nazione. A noi dell’ADEI WIZO ricorda qualcosa…








Osama Abu-Afash, giovane beduino del Negev, nato cieco, si è trasformato da ragazzo senza speranza e prospettive in un giovane con intelligenza, fiducia e capacità di vivere in modo indipendente. A cambiare la sua vita il supporto e l’affetto ricevuto al Nir Ha'Emek Youth Village della WIZO. In questo video trovate la sua storia. E’ la dimostrazione che la WIZO può fare la differenza per ogni vita.



La nostra rubrica il “Portavoce” questo mese raccoglie le parole di Edith Ovadia Windwehr, Presidente della sezione di Milano dal 1989 al 2001. È lei stessa a raccontarci di una stagione straordinaria dell’ADEI WIZO, ricca di eventi e iniziative, capaci di coinvolgere le istituzioni e il tessuto imprenditoriale della città. Il ritratto di una Presidente capace di spendersi in prima persona, persino durante le vacanze estive.




Una considerazione della Presidente Nazionale Susanna Sciaky sulla strage alla Robb Elementary School di Uvalde ci ricorda che nessuno può essere lasciato solo nel difficile cammino verso l’età adulta: il rischio è che il suo odio e le sue paure si trasformino nelle nostre.



Si terrà il prossimo 4 giugno dalle 22.30 la cena di Shavuot organizzata dalla sezione di Torino in collaborazione con la Comunità Ebraica della città: un’occasione per confrontarsi su temi religiosi con l’intervento di tante socie e amiche.















Cene Sociali


Molte sezioni chiuderanno in bellezza quest’anno sociale con eventi.

Quelle programmate per la prossima settimana saranno della Sezione di Trieste che l’8 giugno organizza una Cena di fine anno sociale con tanto di special guests musicali (info e prenotazione al 3496760320) e della Sezione di Bologna che il 9 giugno ritroverà le sue amiche su uno dei più bei terrazzi della città per un thè è un piacevole momento conviviale.



Vi siete ricordate di destinare il vostro per il 5 x 1000 all’ADEI WIZO? Siete ancora in tempo, basta dare al vostro commercialista il nostro codice fiscale 80173910151 e contribuirete ad importanti progetti sociali per le donne, per le famiglie, per Israele.


I nostri auguri per Shavuot, Happy Shavuot, Chag Shavuot Sameach!


84 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti