Quando il volontariato si trasmette di generazione in generazione


Natalie Messeca Manocherian, 19 anni, è recentemente arrivata in Israele da New York per aderire al programma di volontariato della Forza di Difesa Israeliana chiamato “Majal”. Ma dedicare 18 mesi della propria vita a difendere Israele non è stato abbastanza per lei e, prima di iniziare il servizio militare, Natalie si è offerta volontaria per il programma "Safe Net-Rete di sicurezza" della WIZO. Questo programma fornisce supporto materiale ed emotivo a centinaia di donne e bambini che hanno concluso la loro permanenza nei centri di accoglienza per le vittime di violenza domestica, aiutandole così a ricominciare la propria vita.

Natalie è stata ricevuta da Jana Misgav, Presidente della sezione Kiriat Yam di WIZO Israel, uno dei centri che guidano il programma. Ha lavorato molto con i bambini e il legame tra loro è stato immediato con un evidente e reciproco entusiasmo. Lo straordinario impegno di Natalie, però, viene da lontano: sua madre è, infatti, Mireille Manocherian, co-Presidente di WIZO USA che da molti anni si dedica al volontariato, alla WIZO e a Israele. Un’ulteriore prova di come i valori della Wizo si trasmettano di madre in figlia, insieme al desiderio di fare del bene agli altri.









68 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti