Newsweek 25 marzo 2022



Si stima che oltre 13.500 rifugiati ucraini siano arrivati nel paese in Israele dall'inizio della guerra e la WIZO sta lavorando instancabilmente per assisterli: ha lanciato una campagna invitando gli immigrati a venire nei 46 “bigudiot” (negozi WIZO di abbigliamento di seconda mano) per rifornirsi gratuitamente; ha reclutato volontari di lingua russa, “adottato” famiglie, acquistato elettrodomestici come lavatrici, frigoriferi e mobili e sta anche cercando di aiutare gli immigrati a trovare lavoro; ha avviato una campagna di donazioni, chiedendo a tutti di portare nelle sedi della WIZO cibo, vestiti, laptop e altri oggetti necessari. Appelli che hanno trovato una risposta generosa da tutta la popolazione con tonnellate di aiuti arrivati nei centri WIZO.



Realizzato in poco più di una settimana è diventato operativo l'ospedale da campo israeliano “Kochav Meir", nell’Ucraina Orientale. Il nome è un omaggio a Golda Meir, nata a Kiev e prima donna eletta Primo Ministro in Israele e nel mondo. Nell’Immagine il personale Israeliano dell’Ospedale in procinto di partire per l’Ucraina.



Ha suscitato viva commozione il video dell’arrivo in Israele di Mikhael “Misha”, un ebreo ucraino di 90 anni sopravvissuto alla Shoah e in fuga dal conflitto che sta insanguinando l’Ucraina. Misha era molto spaventato all’idea di questo viaggio verso Israele, il primo della sua vita, ma si è lasciato convincere. Ora potrà riabbracciare la sorella e vivere in un Paese che lo ha accolto con tutti gli onori.



L'ambasciatore ucraino in Israele, Yevgen Korniychuk, ha condannato l'attacco terroristico a Beersheva che ha ucciso quattro civili. "Un atto vizioso e spregevole di puro terrorismo - scrive su Facebook - Esprimo le mie più sincere condoglianze alle famiglie delle vittime e auguro una piena guarigione a coloro che sono rimasti feriti. Qualunque essere umano che lotta per la libertà e la pace nel mondo dovrebbe condannare qualsiasi brutale omicidio di civili innocenti".




Si è spenta all'età di 84 anni, Madeleine Albright, la prima donna segretario di stato Usa.

Di famiglia ebraica, due volte profuga dalla natia Cecoslovacchia prima dal nazismo e poi dal regime comunista, ha contribuito a forgiare la politica americana dopo la Guerra fredda.




Mazal Tov ad Annette Crandell, Deputy Director World Wizo Fundraising Division: il suo lavoro, iniziato nel 2007 e portato avanti con grande passione e capacità, la porterà tra pochi giorni a ricevere il premio come miglior dipendente per il 2021.










Le nostre congratulazioni a Raffaella Petraroli Luzzati, per la sua recente nomina a Presidente della Comunità Ebraica di Genova. Raffaella è da lungo tempo socia dell’ADEI WIZO. Siamo sicure che le sue capacità professionali e la sua determinazione, che abbiamo conosciuto nell’Associazione, saranno impiegati al servizio della Comunità con grande profitto.





Ad Asti il 21 marzo è stata dedicata una via a Enrica Jona “Insegnante e testimone degli orrori della Shoah”. Era stata deportata ad Auschwitz il 26 giugno 1944 e successivamente trasferita a Ravensbrück e Neustadt-Glewe, venendo liberata da quest'ultimo Lager. La proposta di una strada con suo nome era stata avanzata al Comune della città piemontese dall’Associazione Italia Israele.



Vi piace cucinare e Pesach per voi è l’occasione per mettervi alla prova? World WIZO è lieta di invitarvi a un evento zoom speciale il 30 marzo. Un “WIZO Kitchen” dedicato proprio ai menù di Pesach con la rinomata chef Adeena Sussman, collaboratrice del New York Times e autrice di bestseller come Sababa: Fresh, Sunny Flavors From My Israeli Kitchen. Per maggiori informazioni



Che donne ritrarrebbe Tiziano se vivesse oggi? Leggi la riflessione di Susanna Sciaky Presidente Nazionale dell’ADEI WIZO sulla mostra in corso a Palazzo Reale di Milano dedicata ai pittori della scuola di Venezia e alla figura femminile.











Mercoledì 30 marzo alle 17.00 per gli incontri letterari organizzati dall’Adei Wizo Trieste, Tullia Catalan e Pierluigi Sabatti presentano il libro “In barba a H.” di Olivier Stock. Sarà presente l’autore. In collaborazione con il Museo Carlo e Vera Wagner, l’incontro è fruibile anche via Zoom. Info su adeiwizots@gmail.com













Anche l’ADEI WIZO contribuisce ad aiutare le vittime del conflitto con una sottoscrizione. Se desiderate inviare il vostro contributo cliccate sulla pagina dona ora del nostro sito e scrivete nella causale del bonifico “Raccolta fondi Ucraina”. Siamo già riuscite a inviare un contributo concreto all’UCEI a sostegno dei profughi, ma di fronte al protrarsi della tragedia ogni aiuto sarà prezioso.





231 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti